venerdì 31 agosto 2012

NOI VIVIAMO AL DI SOPRA DELLE NOSTRE POSSIBILITA'... NOI ?? MA NOI CHI ???


I lavoratori italiani sono fra i meno pagati in Europa. Un salariato italiano,
a parità di condizioni, guadagna la metà di quanto guadagnano in Germania,
o in Lussemburgo, o in Olanda. Addirittura, viene pagato quasi un terzo del
salariato danese. E un pò meno di spagnoli e ciprioti, e prima del piano di
austerità imposto ad Atene dall' Europa l' italiano ha avuto degli stipendi
perfino più magri di quelli greci. Questo dicono le tabelle dell' Eurostat,
l' agenzia europea di statistica, sugli stipendi medi lordi annuali riferiti ad
aziende con più di 10 dipendenti. E disegnano un continente salariale dove
l' Italia sta, appunto, nella fascia delle posizioni più basse. Al 12mo posto.

Ciò non vale per i nostri dirigenti… per esempio quelli dell’università di
Messina (l’ultima nel ranking delle università italiane) guadagnano (in 5)
600mila euro annue, altro eclatante esempio : il presidente Usa Barack
Obama guadagna 300mila euro l’anno, meno di Attilio Befera (guardacaso
dirigente capo di Equitalia) che ne guadagna 300 mila in soli 6 mesi !!!
Per non parlare di Cesare Patrone (direttore generale del corpo forestale)
Che guadagna oltre 360mila euro (che da soli basterebbero a risanare tutti
gli invasi dei fiumi che regolarmente straripano alle prime piogge… eh !)




E saremmo noi che “VIVIAMO” al di sopra delle nostre possibilità?!
Come noi ?????, Noi che abbiam sempre pagato le tasse ancor prima di
prender lo stipendio ?? e lor signori invece… no ???  E che non gli passi
per la testa di venire a dirmi di rinunciare alla mia 13ma (o al mio TFR),
per risanare i bilanci di banche private, o di questo stato connivente con la
mafia !!!  EH..SARAN CAZZI, IO MICA MI FACCIO CONVINCERE !



16 commenti:

  1. beh....che ci sia molta diseguaglianza lo si sapeva da anni, ma anzichè fare qualcosa x livellare il baratro aumenta e lor Signori parlano, parlano, parlano ......è meglio che io stia zitta invece :-(
    ciao Stefano!

    RispondiElimina
  2. la vignetta che hai postato mi ha rattristato molto,mi ricorda il film cartoon di robin hood . purtroppo io non ce l ho nemmeno lo stipendio :(
    ciao ciao

    RispondiElimina
  3. Detto fra noi alla mia tredicesima ho già detto addio mesi fa, quando si profilava quest'ipotesi. E temo che la metteranno in pratica.

    Buon sabato.

    RispondiElimina
  4. Serve arrabbiarsi????? redcats

    RispondiElimina
  5. Caro Stefano,noi abbiamo ha una grande arma per cambiare le cose,il voto,ma mon lo sappiamo usare.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  6. Ps.Se puoi elimina dal blog "Compagni di viaggio" lo sbarramento insulso delle parole impossibili,altrimenti è quasi impossibile commentarti.

    RispondiElimina
  7. In Italia l'uguaglianza sociale non esiste è assodato. La domanda è: cambieranno mai le cose?

    Sono ritornataaa ( come promesso ;-)

    RispondiElimina
  8. Questa è l'Italia caro Stefano, vergognosamente il nostro paese. L'amico blogger Ernest ha scritto un ottimo post su ciò che altri fanno, e che qui possiamo solo sognare che qualcuno faccia, proprio perché la maggior parte degli italiani è fatta come è fatta...bravo Stefano, bel post!

    RispondiElimina
  9. Questa è l'Italia caro Stefano, vergognosamente il nostro paese. L'amico blogger Ernest ha scritto un ottimo post su ciò che altri fanno, e che qui possiamo solo sognare che qualcuno faccia, proprio perché la maggior parte degli italiani è fatta come è fatta...bravo Stefano, bel post!

    RispondiElimina
  10. senza vergogna...
    e i dirigenti non vengono fermati!!
    è tutta colpa nostra!!


    io vivo al di sopra delle mie possibilità - visto che per fare le cose normali sono sempre a rosso fisso!!

    RispondiElimina
  11. Ho visto che sei passato da me..certo il mio è un post futile..il tuo assai serioso. ti ringrazio cmque, mi aggiungo ai tuoi amici!!! ;)

    RispondiElimina
  12. vabbè mica faranno riferimento alla tredicesima quando ti imporranno qualche altro dazietto, la tredi ti sarà continuata a pagare, ma essa forse non ti basterà per il nuovo balzello.
    E poi fatela finita di stare lì sempre a lamentarvi, cosa dovevan dire allora i nostri avi che solo per mantenere il clero davano la decima parte del raccolto?
    Grazie ai patti laterani, confermati da destra sinistra e amato centro oggi il clero oggi si accontenta solo di un misero 1%

    RispondiElimina
  13. Sta panzana proprio non la sopporto. E comunque, se questo dovesse essere il discorso, allora a maggior ragione avrebbe dovuto cominciare a 'mazziare' quelli che hanno usufruito dello scudo fiscale, quelli che hanno portato i capitali in Svizzera, quelli che hanno avuto rendite finanziarie faraoniche...

    RispondiElimina
  14. I needed to thank you for this good read!! I definitely loved every little bit of it.
    I have got you bookmarked to look at new stuff
    you post…

    Also visit my page 37-pit.pl

    RispondiElimina