domenica 10 novembre 2013

TRA VENTI ANNI MORIRANNO TUTTI DI TUMORE...

Un affare da 600-700 milioni di lire al mese, che ha
devastato terre nelle quali, visti i veleni sotterrati, si
poteva immaginare che nel giro di vent'anni morissero
tutti. Parole che mettono i brividi quelle pronunciate nel 
1997 dal pentito dei casalesi Carmine Schiamone.


I rifiuti radioattivi «dovrebbero trovarsi in un terreno
sul quale oggi ci sono le bufale e su cui non cresce più
erba», raccontava Schiamone. Fanghi nucleari, riferiva,
arrivavano su camion provenienti dalla Germania. Nel
business del traffico dei rifiuti, secondo il pentito,
erano coinvolte diverse organizzazioni criminali (mafia,
'ndrangheta e Sacra Corona Unita). Ma i veleni non
venivano nascosti solo in provincia di Caserta : rifiuti
tossici, a suo dire, sono stati interrati lungo tutto il
litorale Domitio e sversati anche nel lago di Lucrino,
che si trova nell'area flegrea, in provincia di Napoli.

Il collaboratore di giustizia si soffermò sulle modalità
di smaltimento. «Avevamo creato un sistema di tipo
militare, con ragazzi incensurati muniti di regolare
porto d'armi che giravano in macchina. Avevamo
divise e palette dei carabinieri, della finanza e della
polizia. Ognuno aveva un suo reparto prestabilito».
«Si tratta della prima volta che la presidenza della
Camera decide di rendere pubblico un documento
formato da Commissioni di inchiesta che in passato
lo avevano classificato come segreto», (!!!!!!!!!!!!)

PER EVIDENTE CONNIVENZA NON VI PARE ?

L'ex boss racconta del periodo dal 1995 al 1997: Villa
Literno, che era di mia competenza - spiega ancora –
ho fatto io stesso l'amministratore comunale. Abbiamo
candidato determinate persone al di fuori di ogni
sospetto, persone con parvenze pulite e abbiamo fatto
eleggere dieci consiglieri, mentre prima ne prendevamo
tre o quattro. Un seggio lo hanno preso i repubblicani,
otto i socialisti e uno i comunisti. Io li ho riuniti tutti e
ho detto loro 'Tu fai il sindaco, tu l'assessore' e via di
questo passo. Mi dissero che mancava un consigliere
per avere la maggioranza. All'epoca c'era Zorro che
come boss dipendeva da me e gli ho detto: 'Andate a
prendere Enrico Fabozzo e lo facciamo diventare
democristiano'. Lo facemmo assessore al Personale. La
sera era comunista e la mattina dopo democristiano».



COMPLIMENTI !!!    E NAPOLITANO ?????
CHE SAPEVA TUTTO ED E’ DI QUELLE PARTI??
COME MAI  SE NE E’ STATO ZITTO E MUTO???





21 commenti:

  1. Tutti sapevano.
    E intanto la mia amica Giovanna muore lentamente, solo ora, a causa di questa inchiesta, si sa che la casa che hanno acquistato venti anni fa è stata costruita su un terreno dove c'è interrato un intero camion con le scorte sopra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe il caso di "far presente" a lor signori queste cose...

      Elimina
    2. C'è un'inchiesta in corso.

      Elimina
  2. Non sono credente e ai "Testamenti Vecchi e nuovi",tutti letti più volte per capire,credo poco e fatico molto a credere ad un bastardo pentito.
    Oggi sembra che i disastri ambientali e della nostra politica siano tutte colpe del ottuagenario Napolitano.Io nutro dei severi dubbi,tu forse no, forse sei Grillino?
    Un abbraccio domenicale ,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fulvio... non credo che rendersi conto del fatto che il pres. napolitano manchi di "democrazia" e correttezza nei confronti del paese, in quanto omertoso... sia a totale appannaggio dei grillini... penso che anche un cretino se ne renda conto... me compreso.

      Elimina
  3. conosco quella zona, ci vivono dei miei lontani parenti, e per tutti questi anni hanno votato allegramente quella gente che li ha avvelenati, e stanno morendo in tanti... allegramente perchè "almeno ci facevano ridere"...mica come quelli di sinistra, sempre a fare gli uccelli del malaugurio. parole testuali che mi furono dette diciamo un 15-20 anni fa...

    RispondiElimina
  4. sono così incaxxata per questa cosa Stefano, non ho parole, penso che se vivessi in quelle zone probabilmente mi munirei di mitra..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non dirlo nemmeno per scherzoooo ... ;-)

      Elimina
  5. è una vergogna!!!!!!!!!!!!! scusa se passo ad argomenti + frivoli.....

    ti ringrazio tanto per aver partecipato alla festa del mio compleanno.
    Per te:
    CLICCA QUI

    Ti comunico inoltre che per il candy hai il n.58

    Ti aspetto mercoledì per la festa Kim ! ;-)

    RispondiElimina
  6. Se ne sentono tante di queste storie e fanno venire davvero i brividi. Oltre che far arrabbiare sul serio! Spesso penso che la distruggiamo anche noi la nostra terra, col nostro silenzio e il lasciare le cose come sono nonostante l'indignazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido il tuo pensiero... il silenzio è sempre complice del più forte...

      Elimina
  7. vabbè ma non è detto... e allora il destino che ce stà a fà!!!
    ... magari attraversi la strada e muori sotto una macchina oppure cadi e sbatti la testa oppure muori di infarto -
    insomma ma chissenefrega - tanto bisogna morire di qualcosa prima o poi

    io dico solo
    morire con dignità e se nel dolore con la libertà di poter scegliere se soffrire oppure no

    RispondiElimina
  8. a me pare che o tu non hai letto il post, o non conosci le dichiarazioni del pentito di mafia, o non hai seguito la vicenda, o non abiti in quella zona d'italia, o......

    comunque dopo quello che hai scritto ho ravanato a lungo tra tutti gli amuleti di cui dispongo...

    mah !!!

    RispondiElimina
  9. Squallidi, più squallidi coloro che legalmente (vedi la mia Provincia di Massa e Carrara) autorizzano lo spostamento delle schifezze!

    RispondiElimina
  10. mi viene la pelle d'oca!!!!! ciao, buona domenica!!!!

    RispondiElimina