martedì 18 giugno 2013

LA TUA PRIMA LUNA ...

Questa è la tua prima luna che vedi 
 fuori di casa sapendo di non ritornare
 Oggi sei uscito e ti sei domandato
 ma dove sto andando e che cosa farò
 Sei finito in un prato mangiando una mela
 comprata passando dal centro
 dove i tuoi amici parlavano ancora
 di donne e di moto e tu ti fumavi
 la gioia di essere riuscito a fuggire di casa
 portandoti dietro soltanto la voglia
 di non ritornare
 
 Hai pochi soldi sai bene domani
 nessuno ti aiuta se hai voglia di chiedere aiuto
 ma in quella prigione dove ti hanno insegnato
 ad amare poche persone alla volta non vuoi ritornare
 
 Vuoi amare più gente vuoi vivere in mezzo alla gente
 E mentre tu dormi su un prato sentendo un po' freddo
 con dentro una voglia di piangere forte
 tu vedi passare una macchina verde della polizia
 Non ti vedono neanche
 li senti andar via e capisci di colpo
 che il loro discorso è diverso dal tuo



OGGI TE NE SEI ANDATO ANCHE TU CLAUDIO,

RICORDO IL MIO POETA, LA NORMA DEL CIELO,

L'ARANCIA E' UN FRUTTO D'ACQUA... E QUELLA

CANZONE, LA PRIMA CHE HO IMPARATO A SUONARE...

"LA TUA PRIMA LUNA" 

CHI NON TI HA AMATO, CHI NON TI HA ASCOLTATO,

NE' SUONATO, NE' CANTATO... HA PERSO MOLTISSIMO.

IO SONO PIU' SOLO MA HO VISSUTO QUEL TEMPO,

QUEI SUONI, ED IL NOSTRO CRESCERE E CREDERE !!!!



8 commenti:

  1. cavolo, è bello ri-conoscersi da una canzone, questa... inaspettate co-incidenze, condivisioni..emozioni ! grazie a te stef, di averlo ricordato...

    RispondiElimina
  2. Onestamente, non lo conoscevo. Tuttavia ho visto la forza con cui se ne è andato... e già solo per questo lo ammiro.

    www.wolfghost.com

    RispondiElimina
  3. Claudio,ci mancherai. Ci manchi.

    RispondiElimina
  4. non lo conoscevo molto.. ma già questi versi raccontano sentimento dei ragazzi di allora (che forse a cercarli bene sono anche nei ragazzi di oggi, almeno una parte)
    grazie per il ricordo

    RispondiElimina
  5. Bellissima la "Prima luna" di Claudio Rocchi,se ben ricordo anni 70 oggi è bello ricordare ma l'importante è il sogno futuro.
    Un abbraccio,fulvio

    (Nonostante l'età (64) sono sempre un attivista di Greenpeace e un comandante attivo di Gommoni da disturbo ma per i tuoi cannoni di comportamento sono in difetto. A volte mangio le polpette di carne mista che adoro).

    RispondiElimina
  6. Lo ricordo soprattutto ai tempi di Volo Magico 1 ..Quando stai mangiando una mela...Il periodo negli Hare Krishna...Mi piacevano gli Hare Krishna..partecipai ad un Ratha Yatra in Trafalgar Square col loro guru Brabuphada,cosa che mi spinse ancor di più verso il vegetarianesimo più assoluto,in quanto i loro piatti di vegetable Birijani e i loro dolcetti squisiti (e così gratuti in quel festival),non facevan rimpianger altri cibi..Un mistico,una persona per bene,un George Harrison italiano...anche lui morto per un brutto male..E anch'io non sto tanto bene..il vegetarianesimo,purtroppo come bonus,non ci salva dalle malattie..va fatto da quelli che come me non si sentono di separare le madri dai loro piccoli,nè se la sentono di andare a letto,pensando che sarà l'ultima notte di qualche animale,da qualche parte,destinato a finire casomai di lì a poco,sotto i miei denti per pochi minuti,solo che a me costerebbe pochi euro..a lui la vita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi spiace leggere che la tua salute non ti assiste come dovrebbe, credo che comunque essere vegetariani da qualche parte preservi, alcune patologie hanno una incidenza elevata sui consumatori di carne (rossa sopratutto)...

      vorrei leggerti più sereno la prossima volta, avrei da dirti altre cose, ma non qui, e non roba di politica, stai su ragazzo, che passo dalla Dotta prima o poi!

      Elimina
  7. Ciao Stef, sinceramente non lo conoscevo, ma ho ascoltato la canzone da te scelta e pernso di aver perso qualcosa nel passato. In ogni caso qui se ne stanno andando un po' tutti quelli della mia epoca. Per quanto riguarda il vegetarismo, sono d'accordo con te e Luciano. Buona domenica.

    RispondiElimina